Salta al contenuto principale

La Provincia ha partecipato con il Presidente Rinaldo Vanni e la Consigliera provinciale Sindaco di Massa Cozzile Marzia Niccoli alla cerimonia di commemorazione in ricordo dei quattro ragazzi della Fortezza. L'iniziativa promossa dal CUDIR, Comitato unitario per la difesa delle istituzione repubblicane del Comune di Pistoia, ha ricordato quattro ragazzi Aldo Calugi, Alvaro Boccardi, Valoris Poli e Lando Vinicio Giusfredi, fucilati alla fortezza Santa Barbara, il 31 marzo 1944, perché rifiutarono di arruolarsi nelle file dell'esercito della repubblica di Salò. I quattro giovani, talmente giovani che tutti insieme non raggiungevano ottant'anni, nel 2007 sono stati decorati con la medaglia d’oro al Valor militare dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.
La cerimonia di commemorazione ha preso avvio con la performance “Quattro narcisi gialli, quattro ragazzi, quattro vite, quattro speranze recise” che ha visto il coinvolgimento di 118 alunni dell'Istituto Comprensivo Pasquini di Massa e Cozzile e di 78 studenti dell'Istituto Comprensivo M.L.King di Bottegone, diretti dalla regista Firenza Guidi. Presenti anche, come spettatori, 36 studenti della Scuola media Roncalli.
Dopo la rappresentazione si è svolto il corteo composto da autorità civili e militari, gonfaloni, labari e dai cittadini. Il corteo ha attraversato il giardino interno della Fortezza, dove erano collocate quattro sagome di legno a ricordo dei quattro giovani uccisi. La corona è stata deposta davanti al grande albero che si trova di lato alla lapide.
“Le Istituzioni hanno il dovere di ricordare e di coinvolgere nel ricordo le nuove generazioni” - ha dichiarato il Presidente della Provincia Rinaldo Vanni “Ricongiungersi idealmente qui stamani al sacrifico compiuto da questi quattro ragazzi non è celebrazione, è espressione sincera di gratitudine perché è grazie a loro, al loro coraggio, alla loro forza, se noi oggi viviamo in un Paese libero. Per i numerosi studenti che partecipano si tratta di una speciale occasione di formazione che consegna esempi concreti ai quali pensare e ispirarsi in tutte le occasioni in cui essi stessi saranno protagonisti di lotte per l'affermazione di valori come la giustizia, la libertà, l'equità”.avrei potuto immaginare che un giorno mi sarei trovata, ricoprendo il ruolo di Sindaco, a ricordare questa drammatica vicenda che scosse la nostra comunità e quella di Pistoia. 
I ragazzi della Fortezza non videro lo spettacolo della primavera, la bellezza antica dei narcisi, non videro, soprattutto, la libertà e la rinascita del Paese. Il loro esempio deve essere da monito affinché simili vicende non abbiamo mai più a ripetersi” ha detto la consigliera provinciale e Sindaco di Massa Cozzile Marzia Niccoli. 
L'ANPI provinciale, in conclusione della cerimonia commemorativa, ha consegnato ad ogni ragazzo una copia della nostra Costituzione e la registra dello spettacolo ha lasciato ai ragazzi un ingrandimento dei “Quattro narcisi gialli” con tutti i loro nomi.

Documenti allegati

Mappa