Salta al contenuto principale
Polizia8giugno

Continua l’impegno della Polizia Provinciale per il contenimento di cinghiali sul territorio pistoiese. Sono stati catturati altri 14 cinghiali nella zona di Germinaia/Il Postino, nel comune di Pistoia, all’interno della Zona di Ripopolamento e cattura denominata “Pistoia-Nord Ovest” dove già ne erano stati catturati 13 lo scorso 19 maggio. Gli animali, tutti di circa 20/30 Kg sono stati consegnati ad una struttura faunistica autorizzata alla loro detenzione.

"Avere prelevato 27 cinghiali nell’ultimo mese nell’areale nord-ovest, a ridosso della città di Pistoia, oltre che un miglioramento per l’attività gestionale della zona di ripopolamento e cattura, costituisce anche una concreta azione preventiva per i danni che questi animali avrebbero procurato nei prossimi mesi alle attività agricole e produttive dell’areale che spazia da Capostrada a Candeglia, considerati gli spostamenti di diversi chilometri che questi animali possono compiere ogni notte. E’ evidente che, con questi interventi, è stato anche diminuito il rischio di sinistri stradali sulla viabilità che attraversa questi territori" ha commentato il Consigliere Provinciale Sindaco Nicola Tesi.

La Polizia Provinciale di Pistoia comunica che dall’inizio dell’anno ha catturato, con il metodo del trappolaggio ossia tramite apposite gabbie (chiusini) che catturano le prede con meccanismi a scatto provocati dallo stesso movimento dei selvatici, n° 37 cinghiali. Laddove il posizionamento dei chiusini non è stato possibile sono stati effettuati interventi di contenimento mediante arma da fuoco e sono stati abbattuti 41 cinghiali che sono stati consegnati all’ATC 11 per la loro destinazione alla filiera alimentare. A questi dati si devono poi aggiungere altri 61 cinghiali abbattuti all’interno di aziende faunistico venatorie in attività specifica, coordinata dalla Polizia Provinciale.

Il Comandante della Polizia Provinciale Dott. Franco Monfardini, a nome di tutto il Corpo di Polizia Provinciale, ringrazia le Guardie Venatorie Volontarie ed i cacciatori abilitati per il prezioso contributo fornito al raggiungimento di questi risultati.

La Polizia Provinciale ricorda che prevenire i danni alle colture agricole in aperta campagna ed attivare gli interventi da parte della Polizia Provinciale, l’agricoltore e le aziende agricole devono inoltrare la richiesta alla Regione Toscana tramite la procedura informatizzata sul sistema informativo agricoltura della Regione Toscana (SIART), predisposta da ARTEA (Agenzia Regionale Toscana per le erogazioni in agricoltura artea@cert.legalmail.it ). Per problematiche relative alla pubblica incolumità in aree urbane, la richiesta di intervento per attivare la Polizia Provinciale, deve essere inoltrata alla Regione Toscana dal Sindaco territorialmente competente.