Salta al contenuto principale
Taglicattedre

A Pistoia la preoccupazione per l'avvio del nuovo anno scolastico è altissima. Il tema taglio delle cattedre rispetto alla dotazione dell'anno scolastico 2019/2020, con le questioni conseguenti della riduzione del numero di docenti e degli accorpamenti delle classi nei singoli istituti, è arrivato anche sul tavolo del Presidente della Provincia Luca Marmo.

Il taglio di 41 cattedre appare alla maggior parte delle famiglie  l'esatto contrario di ciò che sarebbe opportuno attuare data l'emergenza epidemiologica vissuta e non ancora risolta. Al timore per l'aumento del rischio di contagio in classi sovraffollate a settembre, con lezioni in presenza, si aggiungono le preoccupazioni legate alla didattica, alla qualità dell'insegnamento, alla continuità educativa. Non meno preoccupati i Dirigenti scolastici che temono compromissioni sull'organizzazione, sul regolare andamento, sulle funzioni e sui servizi, sull' offerta formativa.   

Il Presidente della Provincia in questi giorni di colloqui informali con le scuole e con le famiglie ha ribadito  più volte di credere che l'istruzione  sia l'arma migliore per rimettere in moto il nostro Paese e che il concetto di centralità della scuola deve essere accompagnato da scelte di sistema per non restare un esercizio di retorica.

A questo proposito Marmo si è impegnato con i Genitori e con i Presidi a portare il problema all'attenzione delle Istituzioni regionali e della politica, dichiarando di "ritenere urgente un aggiustamento della  scelta del taglio delle cattedre, che andrebbe ad incidere pesantemente in una situazione oggettivamente di per sé molto complessa per la circostanza epidemiologica e per la questione dell'edilizia scolastica"

Fonte Ufficio Presidenza - Relazioni Esterne Dott. Lucia Maionchi presidenza@provincia.pistoia.it