Salta al contenuto principale
Iorestoacasa5

In attuazione delle misure previste dai Decreti emanati dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri per il contenimento della diffusione del virus Covid19, la Provincia nella settimana scorsa ha messo a punto e concordato con i dipendenti  vari interventi a tutela del rischio contagio.
Da oggi, lunedì 16 marzo,  fatta eccezione per le attività indifferibili, la Provincia riduce al minimo indispensabile la presenza negli uffici ricorrendo a modalità di lavoro agile, a ferie specie pregresse  e a permessi. L'obiettivo è duplice, evitare la mobilita verso il luogo di lavoro e ridurre le presenze nel palazzo.
"Ringrazio il Dirigente Simona Nardi per aver provveduto con tempestività e per il confronto con le esigenze individuali legate a singole patologie o a specifici bisogni dei Dipendenti. Ringrazio i Dipendenti che stanno adottando comportamenti molto responsabili -commenta il Presidente Marmo- Si tratta di modelli organizzativi che terminata l'emergenza consentiranno un passo avanti in termini di lavoro fuori dall'ufficio. Al momento il mio appello resta lo stesso limitiamo gli spostamenti allo stretto necessario, restiamo a casa".
Le  attività indifferibili da rendere in presenza, nel rispetto della vigente normativa per il contenimento del virus, sono definite come segue: protezione civile, polizia provinciale, vigilanza e direzione dei lavori sui cantieri per la manutenzione degli edifici scolastici, della rete stradale provinciale e degli altri lavori di competenza, supporto informatico e per le comunicazioni e attività amministrative e di coordinamento strettamente necessarie per non interrompere i servizi.