Salta al contenuto principale
Protezione

Si è svolto oggi in Provincia l’incontro sul tema della protezione civile e della resilienza sistemica, convocato dal Prefetto Emilia Zarrilli, in applicazione della direttiva del Presidente del Consiglio dei Ministri del 1 aprile 2019, che ha istituito la “Settimana Nazionale della Protezione Civile”.
L’incontro presieduto dal Prefetto Emilia Zarrilli ha visto la partecipazione dell’Assessore Regionale all’Ambiente Federica Fratoni, del Presidente della Provincia Luca Marmo, dei vertici delle Forze di Polizia, del Comandante provinciale dei Vigili del Fuoco e dei Sindaci dei Comuni della Provincia. Il Prefetto Zarrilli ha detto di ritenere di centrale importanza un momento di riflessione con gli attori istituzionali del “Sistema Protezione Civile” e ha sottolineato la rilevanza “di un rafforzamento complessivo dell’azione di previsione, prevenzione e mitigazione dei rischi, in modo da predisporre una risposta alla popolazione sempre più efficace”.
Gli onori di casa li ha fatti il Presidente della Provincia Luca Marmo che ha ringraziato il Prefetto per l’organizzazione della riunione di cui ha detto “esserci sicuramente tanto bisogno”, alla luce delle novità legislative e per la nuova esigenza imposta dai cambiamenti climatici. Marmo ha aggiunto che la Provincia, per quanto non espressamente inserita nella struttura della protezione civile, costituisce un’architrave del sistema locale, avendo il centro operativo della protezione civile. A questo proposito il Presidente ha annunciato anche un imminente adeguamento strutturale delle risorse informatiche e tecnologiche.
Federica Fratoni, Assessore alla Protezione Civile della Regione Toscana, ha fatto il punto sul percorso verso l’approvazione della nuova Legge regionale ed ha sottolineato l’importanza ed i benefici che si sono avvertiti sul territorio dagli oltre 30 milioni di investimenti fatti dalla Regione in materia di opere di protezione idraulica. Ha sollecitato i Comuni ad aggiornare i Piani di Protezione civile ed ha rimarcato l’importanza delle iniziative di formazione ed informazione verso gli operatori e la popolazione.
Il Comandante provinciale dei Vigili del Fuoco  ha richiamato la fondamentale importanza dei piani di protezione civile, quale primario strumento di pianificazione e risposta comunale ad eventi emergenziali. "Questo strumento deve tener conto delle effettive criticità e risorse territoriali, fornire una semplificazione chiara, con indicazione dei ruoli e delle funzioni, al fine di non lasciare niente all’improvvisazione, bensì costituire strumento operativo di immediata attivazione e di riferimento all’interno dei COC" ha detto il Comandante Ing. Gentiluomo .
La giornata è stata dedicata all’analisi e all’esame della situazione del territorio provinciale, con particolare riguardo ai piani comunali di protezione civile attualmente in vigore. L’occasione ha permesso di dare risalto anche ad iniziative finalizzate alla riduzione dei rischi naturali ed antropici. Dibattuta la questione delle capacità di intervento e affrontato il tema del miglioramento dei comportamenti virtuosi da adottare in caso di emergenza. Affermato il valore imprescindibile della cultura della prevenzione e della resilienza sistemica del Paese. Fonte Ufficio Presidenza - Relazioni Esterne Dott. Lucia Maionchi tel. 0573-374595 presidenza@provincia.pistoia.it

Immagine rimossa.