Salta al contenuto principale
Commemorazione Eccidio del Padule

"E’ particolarmente toccante essere qui stamani a rivivere il ricordo della tragedia efferata del 23 agosto del 1944 e a ritrovare nella mente il sacrificio di tutte le vittime innocenti, pensando alle loro vite, alle loro speranze, ai loro sogni, e al dolore atroce, perenne dei loro familiari. 
Mi commuove constatare quanto la memoria sia viva nei presenti. Non è a caso che la memoria sia viva. I Comuni in questi decenni hanno fatto in modo che questo passato non venisse considerato remoto. Il lavoro delle Amministrazioni per conservare e potenziare la memoria e l’attenzione significativa rivolta dai Comuni a formare le giovani generazioni ci rende eredi più degni di quel sacrificio individuale e collettivo che è parte della nostra storia e quindi di noi" ha detto il Presidente della Provincia Luca Marmo, presente alla manifestazione unitaria di stamani a Castelmartini. 
Cominciata con la Santa Messa in suffragio delle vittime, concelebrata dai parroci  e dal vicario del Vescovo, la cerimonia ha avuto passaggi di intensa emozione. Tra questi senza dubbio quello della rappresentazione, ideata dalla  regista Firenza Guidi, messa in scena dalla compagnia Elan Frantoio, a cui hanno partecipato 174 comparse, donne, bimbi, uomini del luogo, a plastico significato della vita delle vittime interrotta in modo disumano. Silenzio profondo e tanti volti rigati dalle lacrime anche durante i racconti  dei testimoni nell'orazione ufficiale.
Fonte Ufficio Presidenza - Relazioni Esterne Dott. Lucia Maionchi tel. 0573-374595