Salta al contenuto principale

Richiamata:
-    la Legge 6 novembre 2012, n. 190 “Disposizioni per la prevenzione e la repressione della corruzione e dell’illegalità nella pubblica amministrazione” e s.m.i.;
-    il Decreto Legislativo 14 marzo 2013, n. 33 “Riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni” e s.m.i.;
-    il Decreto Legislativo 30 marzo 2001, n. 165 “Norme generali sull’ordinamento del lavoro alle dipendenze della amministrazioni pubbliche” e s.m.i.;
-    il Decreto del Presidente della Repubblica 16 aprile 2013, n. 62 “Regolamento recante codice di comportamento dei dipendenti pubblici, a norma dell’articolo 54 del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165”;
-    la delibera n. 75/2013 dell’Autorità nazionale anticorruzione e per la valutazione e la trasparenza delle pubbliche amministrazioni (A.N.AC.) “Linee guida in materia di codici di comportamento delle pubbliche amministrazioni (art. 54, comma 5, D.Lgs. n. 165/2001)”;

DATO ATTO che, in attuazione delle disposizioni normative introdotte (art. 54, comma 5, D.Lgs. 165/2001 e art.1, comma 2, D.P.R. 62/2013) e delle indicazioni fornite dall’Autorità Nazionale Anticorruzione con propria  deliberazione n. 75/2013, la Provincia di Pistoia  ha provveduto a definire un proprio Codice di comportamento aziendale, nel quale sono state individuate specifiche regole comportamentali, tenuto conto del contesto organizzativo di riferimento, approvato con deliberazione di Giunta Provinciale n. 196 del 19.12.2013; 

VISTA E RICHIAMATA la delibera n. 177/2020 dell’Autorità nazionale anticorruzione e per la valutazione e la trasparenza delle pubbliche amministrazioni (A.N.AC.) “Linee guida in materia di codici di comportamento delle pubbliche amministrazioni, che prevede misure di revisione e di aggiornamento per i Codici di comportamento della Amministrazioni pubbliche in sostituzione delle precedenti di cui alla deliberazione n. 75/2013; 

DATO ATTO che, secondo le indicazioni impartite con la delibera A.N.AC. richiamata al punto precedente, le previsioni del codice di comportamento devono essere coordinate con il PTPCT in quanto, per la nuova configurazione dei codici all’interno della disciplina anticorruzione, gli stessi divengono soprattutto uno strumento di contrasto alla corruzione, intesa in senso lato, ossia devono costituire strumento di orientamento al personale verso le regole di sana gestione; 

DATO ATTO che si è quindi proceduto, in attuazione delle linee guida di cui alla delibera A.N.AC. n. 177/2020, alla revisione ed integrazione delle disposizioni del vigente Codice di comportamento della Provincia di Pistoia, approvato con la sopra citata deliberazione di G.P. n. 196/2013; 

DATO ATTO che l’”Ipotesi di Codice di comportamento dei dipendenti della Provincia di Pistoia”, quale schema di articolato che attua la revisione ed integrazione delle disposizioni del Codice di comportamento provinciale, in diretta attuazione delle disposizioni dell’art. 54 del D.Lgs. n. 165/2001 e recependo le indicazioni contenute nelle linee guida di cui alla delibera A.N.AC. n. 177/2020 è stato approvato con decreto presidenziale n. 101 del 31.5.2020, stabilendo di sottoporre detta ipotesi all’esame dei seguenti stakeholders: Cittadini, Organizzazioni Sindacali, Associazioni di consumatori e degli utenti, Ordini professionali e imprenditoriali, portatori di interessi diffusi e, in generale, di tutti i soggetti che fruiscono delle attività e dei servizi prestati dalla Provincia di Pistoia , per la proposte di integrazione;

Tutto ciò premesso: 

Al fine di assicurare il massimo coinvolgimento nella presente procedura aperta, si invitano i Cittadini, le Organizzazioni Sindacali, le Associazioni di consumatori e degli utenti, gli Ordini professionali e imprenditoriali, i portatori di interessi diffusi e, in generale, tutti i soggetti che fruiscono  delle attività e dei servizi prestati dalla Provincia di Pistoia a far pervenire proposte di integrazione redatte secondo lo schema che viene allegato al presente avviso. 
Per agevolare l’individuazione delle modifiche ed integrazioni di nuova introduzione, contestualmente all’indizione del presente Avviso si procede alla pubblicazione dell’allegato prospetto che reca il vigente Codice di comportamento provinciale raffrontato con il nuovo testo recante, in neretto, le modifiche e le integrazioni introdotte. 

Il presente avviso viene pubblicato all’Albo pretorio on line  dal 4 giugno 2020 al 19  giugno 2020 nonché sul sito web dell’Ente.

Le eventuali proposte di integrazione devono pervenire, entro il giorno il 19 giugno 2020 secondo le seguenti modalità: 

- tramite posta certificata (indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) provincia.pistoia@postacert.toscana.it). L'invio tramite PEC può avvenire unicamente da indirizzo di Posta Elettronica Certificata.

- tramite il servizio postale, al seguente indirizzo: Segretario Generale -  Provincia di Pistoia - Piazza San Leone, 1 – 51100, Pistoia.

- tramite presentazione diretta presso la Portineria della Provincia di Pistoia, Piazza San Leone, 1 – Pistoia, dalle 8.00 alle 12.00 nei giorni di lunedì, mercoledì e venerdì e dalle 8.00 alle 16.00 nei giorni di martedì e giovedì.

Tali proposte di integrazione saranno valutate all’interno del procedimento istruttorio e nella relazione di accompagnamento al Codice di comportamento dei dipendenti della Provincia di Pistoia che sarà redatta in funzione della definitiva approvazione del Codice. 

Si informa che, nel caso in cui le proposte di integrazione si riferiscano non alle disposizioni specifiche introdotte dall’Ente ma alle norme che costituiscano diretta applicazione del Codice di comportamento dei dipendenti pubblici emanato con Decreto del Presidente della Repubblica 16 aprile 2013, n. 62 questa Amministrazione si farà parte attiva ai fini della loro segnalazione all’Autorità Nazionale Anticorruzione (A.N.AC.)

Documenti allegati