Consigliera di Parità

FUNZIONI

 

La Consigliera di Parità provinciale è nominata dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, di concerto con il Ministero per le Pari Opportunità, e svolge funzioni di promozione e di controllo dell’attuazione dei principi di uguaglianza edi non discriminazione nel lavoro per donne e uomini.

Poiché l’obiettivo da raggiungere è l’uguaglianza sostanziale tra donne e uomini nel lavoro, la Consigliera interviene per:

  • Promuovere l'occupazione femminile anche ttraverso il sostegno alle politiche del lavoro, comprese quelle formative, collaborando con l’Assessorato alle Politiche del Lavoro e con la Commissione Provinciale Pari Opportunità.
  • Tutelare le lavoratrici ed i lavoratori rispetto all’applicazione della normativa delle pari opportunità nei luoghi di lavoro, anche in collaborazione con la Direzione provinciale del Lavoro. La Consigliera, in quanto pubblico ufficiale, ha l’obbligo di segnalare all’Autorità Giudiziaria i reati di cui viene a conoscenza, denunciandoli al Giudice del Lavoro o promuovendo tentativi di conciliazione. In questa sua funzione, può agire in giudizio a tutela dei lavoratori o delle lavoratrici discriminati in ragione del sesso.